Lenticchie: un toccasana per la salute

di Fabrizia Minciullo

Ai legumi nella dieta si pensa poco. E’ un errore per chi vuole perdere peso e mantenere uno stato di salute ottimale. Le linee guida del WCRF (Fondo mondiale per la ricerca sul cancro) consigliano addirittura di assumerli tutti i giorni, salvo in caso di problemi particolari.

Protagonista di oggi la LENTICCHIA. E’ il seme di una pianta annuale, Lens culinaris, della famiglia botanica delle Fabacee. Si tratta di un importante legume mediterraneo disponibile in numerose varietà, gialle, rosse o verdi, piccole o grandi, decorticate e non ed apprezzato sia per le caratteristiche sensoriali sia per il notevole valore nutritivo: ricco di proteine vegetali (23 g/100 g), carboidrati complessi (45 g/100 g), fibre (14 g/100 g), pochissimi grassi, fosforo (376 mg/100 g), calcio (57 mg/100 g), potassio (980 mg/100 g), ferro (8 mg/100 g), vitamina PP e lignani, fitoestrogeni che contribuiscono a potenziare il sistema immunitario.

Tra le varietà Siciliane vorrei ricordare:

Lenticchie di Villalba

Le LENTICCHIE DI VILLALBA: hanno dimensioni piuttosto grandi e sono di colore verde. Si caratterizzano per l’elevato contenuto proteico, il basso tenore in fosforo e potassio e per l’elevato contenuto in ferro. Dal sapore dolciastro, sono ottime in zuppe e insalate estive.

 

 

Lenticchie di Ustica

Le LENTICCHIE DI USTICA:  queste lenticchie nascono sui terreni vulcanici di Ustica, una piccola isola a Nord di Palermo. Si caratterizzano per le dimensioni ridotte, probabilmente le più piccole d’Italia, e di conseguenza non necessitano di ammollo. Oltre che per le dimensioni ridotte, si possono riconoscere per il loro colore: marrone scuro con sfumature verdi.

 

Lenticchie nere di Leonforte

Le LENTICCHIE NERE DI LEONFORTE: si caratterizzano per le dimensioni medio-piccole del seme e rappresentano una delle eccellenze dell’agricoltura locale. Le lenticchie nere presentano caratteristiche nutrizionali importanti tra cui l’elevato contenuto in proteine, vitamine e ferro.

 

 

Lenticchie di Pantelleria

Le LENTICCHIE DI PANTELLERIA: anche queste si caratterizzano per le piccolissime dimensioni e per un particolare gusto. Sono tenere, facili da cuocere e particolarmente ricche di elementi indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo.

 

 

La forma delle lenticchie ricorda delle piccole monete e rappresentano un simbolo di fortuna e ricchezza, ecco perché vengono sempre consumate la notte del 31 Dicembre.

La nutrizionista consiglia: VELLUTATA DI LENTICCHIE ROSSE E QUINOA

Lascia un commento

*