1 maggio 2004: Unione europea, entrano a farne parte dieci nuovi paesi

Quindici anni fa entrarono nella UE quasi 75 milioni di cittadini con l’ingresso di Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Slovacchia, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania, Cipro e Malta. Un momento storico, non solo perché si tratta dell’allargamento più grande in una sola volta, ma soprattutto perché i Paesi dell’ex cortina di ferro si univano all’Europa dell’Ovest. Fatta eccezione per Bulgaria e Romania che non riuscendo a rispettare i criteri imposti da Bruxelles, dovettero aspettare il 2007.

Far accettare l’allargamento non fu semplice. I Paesi più ricchi temevano un’invasione dei lavoratori provenienti dall’Est e per evitarlo nel 2004 furono codificate la normativa e la giurisprudenza che fissano le condizioni e le limitazioni applicabili al diritto di soggiorno.

Fonte: www.corriere.it/

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.