1 settembre 1994: prima uscita per Il Postino di Troisi

Nella placida isola di Salina, Mario Ruoppolo inizia la sua attività di postino “speciale”, chiamato a recapitare la fitta corrispondenza diretta a un eminente personaggio, da poco rifugiatosi sull’isola. Si tratta del famoso poeta Pablo Neruda, con il quale Mario stringe una profonda amicizia che lo porta ad amare la poesia e ad avvicinarsi al comunismo.

Massimo Troisi e Philipe Noiret sono i due protagonisti de Il Postino diretto da Michael Radford, presentato per la prima volta al Festival del cinema di Venezia. La sua uscita arriva a circa tre mesi dalla scomparsa di Troisi, che fa di questa pellicola il testamento spirituale dell’attore di San Giorgio a Cremano.

Vi ha lavorato spendendo tutte le sue energie, provate dai problemi cardiaci che lo avevano costretto a utilizzare una controfigura (Gerardo Ferrara, incredibilmente somigliante) per le riprese più faticose. Il film, girato in gran parte sull’isola di Procida, conquista pubblico e critica negli USA, ottenendo cinque nomination agli Oscar e ricevendo una “statuetta” per la splendida colonna sonora firmata da Luis Bakalov. Quest’ultimo nel 2013, dopo una lunga contesa giudiziaria, ha riconosciuto la co-paternità delle musiche a Sergio Endrigo, Riccardo Del Turco e Paolo Margheri.

La sceneggiatura del film, cui ha collaborato anche Troisi, è ispirata al romanzo Il Postino di Neruda di Antonio Skàrmeta. Con Il Postino, il talento di Troisi (doppiato nella versione inglese dal grande Robert De Niro) si afferma anche oltreoceano, testimoniato dal record d’incassi a livello mondiale, tra i maggiori della storia del cinema italiano.

fonte www.mondi.it

G.Mangione

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.