10 agosto 1893: Costituita la Banca d’Italia

Con la fusione di quattro banche (la Banca Nazionale del Regno, la Banca Nazionale Toscana, la Banca Toscana di Credito e dalla liquidazione della Banca Romana) viene costituita la Banca d’Italia, che diventerà poi la banca centrale della Repubblica italiana.
La massima carica in questa prima fase è il Direttore Generale, che all’atto di nascita è ricoperto da Giacomo Grillo (che aveva già guidato la Banca Nazionale del Regno d’Italia). A quest’ultimo si deve l’inizio dei lavori di Palazzo Koch, futura sede della Banca d’Italia, i cui lavori saranno portati a termine nel 1892.
Dal 1928 sarà introdotta la figura del Governatore, con poteri maggiori rispetto al direttore generale. Il primo a ricoprire tale carica sarà Bonaldo Stringher. Dal 1998 la Banca d’Italia entrerà a far parte del sistema europeo delle banche centrali, in previsione dell’avvento dell’euro (entrato in circolazione dal 1° gennaio 2002.

Fonte Mondi.it

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.