15 marzo del 44 a.C., Giulio Cesare viene assassinato nel Senato durante i lavori di ristrutturazione della Curia

Nel giorno degli “Idi di Marzo” un gruppo di senatori che si consideravano custodi e difensori della tradizione e dell’ordinamento repubblicani, temendo che Cesare volesse farsi re di Roma, si organizzarono in una congiura, guidata da «Gaio Cassio, Marco e Decimo Bruto» per uccidere Giulio Cesare.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.