16 settembre 1920, attentato a New York contro la Finanza

Un carretto carico di esplosivo viene fatto brillare in Wall Street a New York, tra la sede della banca Morgan & Stanley e la Borsa Valori. Responsabile della strage è l’anarchico italiano Mario Buda che continuerà a professarsi innocente. Nell’attentato trovano la morte 33 persone, 200 sono i feriti.

(tratto da https://www.teleborsa.it/)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.