19 gigno 1976 – La sonda spaziale Viking 1 atterra su Marte, era stata lanciata 10 mesi prima da Cape Canaveral

La missione spaziale Viking 1, programmata e portata a termine dalla NASA negli anni settanta del Novecento, è stata una delle tappe più significative nella storia dell’esplorazione di Marte.

La sonda Viking 1, gemella della omologa Viking 2, consisteva di un orbiter, noto come Viking 1 Orbiter, e di un lander, il Viking 1 Lander, designati per operare indipendentemente l’uno dall’altro a partire dal momento del distacco, e in grado di mantenere in completa autonomia reciproca il contatto con la Terra.

Dopo l’immissione in orbita areocentrica, la missione primaria dell’orbiter era fornire una mappatura primaria della superficie marziana, in modo da individuare un luogo d’atterraggio particolarmente conveniente per il lander; dopo circa un mese è avvenuto con successo il distacco delle due componenti della sonda.

La Viking 1 aveva, nel suo complesso, una massa di 3527 kg; dopo la separazione dei due moduli e l’atterraggio del lander, le masse rispettive si erano ridotte a 900 kg e 600 kg (per via del consumo di propellente durante la caduta nell’atmosfera).

Il costo totale della missione è stato stimato attorno al miliardo di dollari statunitensi.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.