19 settembre 1991: Oetzi viene ritrovato nel Similaun

19 settembre 1991: Due coniugi tedeschi scoprono, ai piedi del Similaun, sulle Alpi Venoste al confine tra Italia e Austria, una mummia risalente a 5.000 anni fa. Si tratta del un corpo di un cacciatore, a cui viene dato il nome di Oetzi, che ha con sé vestiti di pelle, un arco di legno di tasso, una faretra con frecce, un coltello in selce ed un’ascia in rame.

Fonte www.teleborsa.it

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.