20 aprile 2010, l’onda nera della Deepwater Horizon

La piattaforma petrolifera Deepwater Horizon esplode, durante la realizzazione di un pozzo per conto della BP, nelle acque del Golfo del Messico. L’esplosione innesca un violentissimo incendio che causa la morte di 11 persone e una fuoriscita di petrolio che durerà per 106 giorni. Si tratta del disastro più grave che la storia americana ricordi.

(tratto da https://www.teleborsa.it/)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.