21 dicembre 1872 – La HMS Challenger salpa da Portsmouth per una spedizione scientifica di 4 anni che getterà le basi dell’oceanografia

La HMS Challenger fu una corvetta di classe Pearl della Royal Navy varata il 13 febbraio 1858 nel cantiere di Woolwich. Fu la nave ammiraglia della Australia Station tra il 1866 ed il 1870.

Facendo parte della North America and West Indies Station prese parte nel 1862 alle operazioni nei confronti del Messico, compresa l’occupazione di Veracruz. Diventò la nave ammiraglia della Australia Station nel 1866 e nel 1868 intraprese una spedizione punitiva contro alcuni nativi delle Figi per vendicare l’uccisione di un missionario e di alcuni suoi dipendenti. Lasciò la Australian Station alla fine del 1870.

Fu scelta per svolgere la prima spedizione di ricerca marina globale: la spedizione Challenger. Per permettergli di sondare le profondità marine gli furono lasciati solo due cannoni, mentre i longheroni furono ridotti per recuperare più spazio. Laboratori, cabine supplementari ed una speciale piattaforma per una draga furono aggiunti. Fu caricata con barattoli per i campioni, alcool per la conservazione dei campioni, microscopi ed apparati chimici, reti per pesca a strascico e draghe, termometri e bottiglie per i campioni d’acqua, sonde e apparati per la raccolta di sedimenti del fondo marino oltre a lunghe funi con i quali calare le strumentazioni nelle profondità oceaniche. In tutto fu caricata con 291 km di canapa italiana.

Quando iniziò il suo viaggio di 127.580 km, la Challenger trasportava in tutto 243 tra ufficiali, scienziati ed equipaggio.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.