21 febbraio 1925: il primo numero del The New Yorker

1925 – Il The New Yorker pubblica il suo primo numero.

I fondatori furono Harold Ross, ex direttore della testata delle Forze Armate Stars and Stripes (“Stelle e strisce”) e collaboratore del famoso periodico umoristico Judge, e la moglie Jane Grant, giornalista del New York Times. I due diedero vita ad una società con l’imprenditore Raoul H. Fleischman, la F-R Publishing Company, con sede sulla 45esima strada di Manhattan.

Punto di orgoglio e di forza del New Yorker fu, sin dagli inizi, il suo taglio cosmopolita e sofisticato, così come precisato fin dalla prima uscita: «It has announced that is not edit for the old lady in Dubuque». Questa connotazione umoristica resterà sempre il tratto predominante del giornale e tuttavia si andò affermando velocemente la sua reputazione di giornale culturale, luogo privilegiato di incontro fra scrittori affermati come Nabokov, Roth e Salinger, che vi pubblicarono alcuni dei loro racconti, e giornalisti importanti, fra cui si ricorda in particolare la storica edizione interamente dedicata al saggio Hiroshima di John Hersey che occupò un intero numero all’indomani della fine della seconda guerra mondiale.

La rivista esce quarantasette volte l’anno, con cinque dei suoi numeri a coprire un arco di due settimane.

fonte wikipedia

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.