15 agosto 1483: Inaugurata la Cappella Sistina

15 agosto 1483: Papa Sisto IV inaugura la cappella Palatina del Palazzo Apostolico restaurata, consacrandola all’Assunta.
Inserita in una vasta opera di ristrutturazione del tessuto urbano di Roma, l’opera, iniziata nel 1475 su progetto di Baccio Pontelli e realizzata da Giovannino de’ Dolci, ha visto la partecipazione dei grandi maestri del rinascimento italiano – come Botticelli, Perugino, Pinturicchio, Ghirlandaio, Signorelli, etc. – che dal 1481 al 1482 hanno affrescato le pareti della grande navata.
Il ciclo pittorico esalta agli occhi dei primi spettatori le dimensioni imponenti della navata rettangolare (lunga 40,93 metri e larga 13,41), le stesse del Tempio di Salomone, così come riportate nell’Antico Testamento. Un chiaro segno di continuità tra la storia del popolo di Israele e la comunità di Cristo.
L’anno dopo Sisto IV muore e a succedergli è il nipote Giulio II della Rovere che incarica Michelangelo Buonarroti di decorare la volta e le lunette. Terminati nell’ottobre del 1512, i nuovi affreschi vengono svelati ufficialmente il 1° novembre con una messa celebrata da Giulio II, che decide di consacrare la cappella allo zio.
Gli affreschi dell’altare con il celebre Giudizio Universale saranno portati a termine tra il 1525 e il 1541. Da questo momento in poi per il mondo sarà la Cappella Sistina, scrigno di uno dei tesori artistici più conosciuti al mondo.

Fonte Mondi.it

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.