24 dicembre 1979, l’URSS nell’inferno dell’Afghanistan

L’Unione Sovietica invade l’Afghanistan per appoggiare il governo filo-sovietico della nazione. Le truppe russe saranno costrette al ritiro il 15 febbraio 1989 dopo 9 anni di guerra contro i mujaheddin afghani, numerose perdite e una quantità enorme di danni causati alla popolazione ed al territorio.

(tratto da www.teleborsa.it)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.