24 luglio 1923 – Edoardo Agnelli è eletto Presidente della Juventus. L’evento segna l’inizio del sodalizio tra la squadra e la famiglia Agnelli

Figlio di Giovanni Agnelli, il fondatore della FIAT, figlio di Clara Boselli e fratello di Aniceta Caterina, nasce a Verona dove è di guarnigione il padre, in quel periodo ufficiale di cavalleria. Si laurea in giurisprudenza e partecipa alla prima guerra mondiale come ufficiale di cavalleria, ma praticamente fa da autista al Gen. Luigi Cadorna.

Dopo la laurea viaggia in tutto il mondo per arricchire la propria cultura in campo industriale, dato che il destino gli riserva compiti di grande importanza nell’ambito delle aziende di famiglia: è, infatti, vicepresidente della FIAT, vicepresidente delle Officine di Villar Perosa, vicepresidente del Consiglio Provinciale dell’Economia, presidente del consiglio d’amministrazione del quotidiano La Stampa, presidente del consiglio d’amministrazione del Giornale del Pinerolese.

Oscurato dall’ingombrante ombra del padre, uomo autoritario e deciso, non avrà molto peso nell’azienda di famiglia, governata con pugno di ferro dal padre stesso e da un outsider, un giovane che diverrà in breve tempo l’uomo di fiducia del padre: Vittorio Valletta. Edoardo si appassiona al calcio e fa del Foot-Ball Club Juventus, grazie al suo lavoro nella presidenza della società dal 1923 al 1935 (il più antico sodalizio imprenditoriale-sportivo nel Paese), la stella del calcio italiano con la vittoria di 6 scudetti in 10 anni, di cui 5 consecutivi.

(fonte Wikipedia)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.