25 gennaio 1985: Usa for Africa, “We are the world” festeggia 34 anni

All’inizio degli anni Ottanta la situazione di alcuni paesi africani, in particolare dell’Etiopia e del Sudan, era disastrosa. Centinaia di migliaia di persone avevano un bisogno disperato di cibo, medicinali e altri beni di prima necessità.
Harry Belafonte pensò a un’iniziativa simile con artisti americani. Fu contattato Quincy Jones per produrre e incidere il brano, la cui scrittura fu affidata a Michael Jackson e Lionel Richie.
La sera del 25 gennaio 1985 i più grandi artisti della musica popolare americana, tra cui Bruce Springsteen, Ray Charles, Bob Dylan, Stevie Wonder, Paul Simon e Billy Joel, si ritrovarono a Hollywood, dove si stavano svolgendo gli American Music Award, per incidere la canzone. Ad accoglierli un cartello scritto dallo stesso Quincy Jones: “Siete pregati di lasciare il vostro ego fuori dalla porta”.
La Columbia Records si accollò per intero le spese di produzione e di distribuzione. “We Are the World” fu pubblicata in 800.000 copie, che andarono subito esaurite. In trent’anni il singolo ha venduto 20 milioni di copie per un ricavato di 60 milioni di dollari, donati all’Africa.
Il brano vinse il Grammy Award come “canzone dell’anno”, come “disco dell’anno” e come “miglior performance di un duo o gruppo vocale pop”.
(tratto da https://www.panorama.it)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.