28 ottobre 1922, la marcia su Roma sfida il re

Con l’obiettivo di indurre il re Vittorio Emanuele III a consegnare il governo ai fascisti, Mussolini con i suoi stretti collaboratori organizza una marcia su Roma di decine di migliaia di militanti. Le pressioni sul re, che teme un bagno di sangue, sono forti e le ore concitate e si concludono solo con la nomina di Mussolini a Presidente del consiglio.

(tratto da www.teleborsa.it)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.