28 settembre 1924: nasce Marcello Mastroianni

È universalmente riconosciuto come il Marcello del cinema italiano, di cui fu un protagonista assoluto nella stagione d’oro tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Settanta. Originario della Ciociaria frusinate (di Fontana Liri, per l’esattezza), scomparve a Parigi nel 1996.

Con Sophia Loren formò una delle coppie più affiatate sul set, regalando grandi interpretazioni drammatiche con “Matrimonio all’italiana”, “I girasoli” e “Una giornata particolare”. Diretto dai più insigni registi, quali Fellini, De Sica e Scola, fu, con Manfredi, Gassman e Sordi, un pioniere della commedia all’italiana, grazie a capolavori come I soliti ignoti e Divorzio all’italiana (quest’ultimo gli valse una nomination agli Oscar 1963 come “miglior attore protagonista”).

Oltre alla Dolce vita, capolavoro che lo rese celebre a Hollywood e in tutto il mondo (celebre la battuta della Ekberg «Marcello, come here!»), si ricordano tra le sue migliori performance “Oci ciornie”, “Il bell’Antonio” e “8½”. Sfiorò tre volte l’Oscar e fu insignito, tra gli altri, di due Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes, di un Leone d’Oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia, di un Golden Globe e di otto David di Donatello.

fonte www.mondi.it

G.Mangione

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.