29 luglio 1900, Bresci uccide il re Umberto I

Gaetano Bresci emigra negli USA dove frequenta gli ambienti anarchici. Bresci, dopo le sanguinose repressioni per editto reale dei moti siciliani e milanesi contro l’aumento del pane e della farina, rientra in Italia per uccidere il re. Lo attende la sera presso la residenza di Monza e lo abbatte con 3 colpi di rivoltella. (Foto: CC BY-SA 3.0)

(tratto da https://www.teleborsa.it/)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.