3 agosto 1975, nasce il videogioco domestico

I giochi elettronici entrano nel quotidiano di milioni di ragazzi con la prima versione domestica di un videogioco. Si tratta di Pong, simulatore di ping-pong sviluppato da Atari, già noto ai giovanissimi frequentatori di sale giochi nella versione coin-op (lanciata nel 1972).

La grafica è in bianco e nero e composta da pochi elementi: due barre laterali che muovendosi solo in senso verticale, devono colpire la pallina e rimandarla nel campo avversario. Quando si manca la pallina si regala il punto all’avversario.

Il successo è immediato e le vendite salgono vertiginosamente soprattutto nel periodo natalizio. In seguito ispirerà successive versioni più ricche nella grafica e nelle opzioni di gioco, ma la versione originaria diventerà un’icona della storia dei videogames, continuando ad appassionare gli appassionati del genere.

(tratto da http://www.mondi.it)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.