30 luglio 1945, i giapponesi affondano un incrociatore USA

L’incrociatore Indianapolis colpito da siluri affonda in pochi minuti. L’SOS lanciato dalla nave è ignorato per 3 giorni. All’arrivo dei primi soccorsi dei circa 1200 componenti l’equipaggio ne sono rimasti vivi poco più di 300. Molti sono ormai morti o di pazzia per la disidratazione o per gli attacchi degli squali.

(tratto da www.teleborsa.it)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.