4 maggio 1949: Dopo un dibattio molto acceso, il Governo firma l’accordo sull’ingresso dell’Italia nella NATO

Il Trattato Nord Atlantico, anche conosciuto come Patto Atlantico, è un trattato difensivo firmato da Stati Uniti, Canada e vari Paesi dell’Europa occidentale nel 1949. Ha dato origine alla NATO, rappresentando nel corso della guerra fredda il cosiddetto blocco occidentale.

Il Patto Atlantico venne firmato a Washington, negli Stati Uniti, il 4 aprile 1949. A esso aderirono anche paesi non geograficamente atlantici (ossia senza sbocchi sull’Oceano Atlantico) come l’Italia, la Grecia, la Turchia ed altri. La ratifica alla firma del trattato da parte degli Stati Uniti avvenne con una votazione al Senato il 21 luglio 1949.

Il trattato è stato richiamato recentemente, in occasione dell’attacco terroristico dell’11 settembre 2001 al World Trade Center e al Pentagono, in occasione della guerra al terrorismo.

La nascita dell’accordo trova origine dal timore, molto radicato in quel periodo, di un possibile attacco dell’Unione Sovietica a una delle nazioni dell’Europa occidentale. Una settimana dopo l’ingresso ufficiale della Germania Ovest nella NATO (6 maggio 1955) l’Unione Sovietica ed altre nazioni a regime comunista costituirono a loro volta il patto di Varsavia, sancendo l’inizio del periodo della cosiddetta guerra fredda.

La chiave di lettura più importante del trattato risiede nell’articolo V in cui viene dichiarato che ogni attacco ad una nazione tra quelle appartenenti alla coalizione verrà considerato come un attacco alla coalizione stessa.

(fonte Wikipedia)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.