6 giugno 1984, inventato il videogioco Tetris

Inventato il videogioco Tetris: Una realtà da costruire con tanti mattoncini colorati che piovono dall’alto e che vanno incastrati con rapidità e precisione. È la mission di Tetris, videogioco tra i più popolari e longevi della storia.

A inventarlo, per caso, fu il programmatore russo Aleksej Pažitnov, mentre lavorava a un test d’intelligenza sul computer sovietico “Electronika 60”, per conto dell’Accademia delle Scienze di Mosca. Il 6 giugno del 1984 scoprì che il programma si prestava ad essere trasformato in un gioco fortemente creativo. Ispirato dai pentamini (figure geometriche composte di cinque quadrati identici), ideò i tetramini, composti di quattro lati (dal prefisso greco tetra, “quattro”), da cui derivò il nome “Tetris”.

La sua intuizione fu di fare in modo che una volta incastrati perfettamente su una linea orizzontale, quest’ultima sparisse per lasciare spazio a un’altra combinazione di mattoncini, che il giocatore poteva ruotare e spostare da destra a sinistra. Il collega Vadim Gerasimov presentò il progetto all’IBM che lo sviluppò per primo per i suoi pc. Il mancato brevetto da parte parte di Pažitnov lasciò campo libero ad altri, su tutti l’imprenditore olandese Henk Rogers che, alla fine degli anni Ottanta, ne trasse una versione per Nintendo, facendo di Tetris un fenomeno di massa.

Dall’epoca d’oro dei Game boy della casa nipponica si sono succedute svariate versioni del gioco per PC e console, arrivando a quelle per i moderni smartphone.

(tratto da http://www.mondi.it)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.