6 marzo 1899 – La Bayern brevetta il nome “Aspirin”

6 marzo 1899 – L‘industria tedesca Bayern brevetta il nome “Aspirin” per identificare la propria produzione di acido acetilsalicilico. Il nome venne creato componendo il prefisso “a-” (per il gruppo acetile) con “-spir-” (dal fiore Spiraea ulmaria, da cui si ricava l’acido spireico, ovvero l’acido salicilico) e col suffisso “-in” (generalmente usato per i farmaci all’epoca).
La Bayer perse tuttavia il diritto a usare il proprio marchio in molte nazioni dopo che gli Alleati occuparono e rivendettero le sue proprietà dopo la prima guerra mondiale. Il diritto a usare il marchio “Aspirin” negli Stati Uniti fu acquistato nel 1918 dalla Sterling Drug Inc. Già nel 1917, prima ancora che il brevetto scadesse, la Bayer non riuscì a impedire che il nome e la formula del farmaco fossero impiegati da altri. Sul mercato apparvero quindi “Aspirine” prodotte da numerose diverse case farmaceutiche finché nel 1921 una sentenza della corte federale degli Stati Uniti fece di “aspirin” un nome generico non più soggetto a brevetto. L’aspirina, così come l’eroina, non fu quindi un marchio registrato.
In altre nazioni, tra cui l’Italia e il Canada, il nome “Aspirina” è invece ancora un marchio registrato.
Fonte: Wikipedia

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.