7 maggio 1947- Viene fondata la Tokyo Telecommunications Engineering (in seguito ribattezzata Sony)

Il 7 maggio 1946 a Tokyo l’ingegnere Masaru Ibuka e il fisico Akio Morita fondano la società Tokyo Tsushin Kogyo K.K., i cui dipendenti sono circa 20.
Ben presto la società si dedica alla ricerca di un nuovo nome capace di caratterizzare i suoi prodotti ed essere idoneo ad attrarre i clienti. Si pensa di usare l’acronimo TTK, ma ciò provocherà confusione con la compagnia ferroviaria Tokyo Kyuko, chiamata TKK.
Morita vuole trovare una parola che non esista in nessuna lingua, in modo che chiunque nel mondo la individui con i suoi prodotti. Il nome “Sony”, introdotto nel 1955 e diventato ufficiale nel 1958, deriva così da un incrocio tra la parola latina sonus, quella inglese sunny e l’espressione del gergo giapponese Sonny boys che indica i giovani brillanti, destinati a una rapida carriera. Peraltro, la parola Sonny presenta troppe assonanze con un altro termine gergale, assai meno augurante: soh-nee che significa, più o meno, “gli affari vanno male”.
È estremamente inusuale che un’azienda giapponese ricorra a una denominazione in caratteri latini anziché in ideogrammi locali. La TTK, inoltre, usufruisce dei servizi bancari della Mitsui che, dal canto suo, preferisce un nome come “Sony Electronic Industries” o “Sony Teletech”, ma Morita non vuole legare il nome dell’azienda ad un tipo particolare d’industria e, alla fine, riesce a portare dalla sua sia Ibuka che i banchieri.

Fonte Wikipedia

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.