A Palazzo dei Leoni tavolo istituzionale sulle iniziative di coordinamento, sviluppo e pianificazione strategica in materia di Destination Management Organization, Rete Cultura e Distretto del Cibo

Nel Salone degli Specchi, il 17 aprile, incontro, coordinato dall’Assessore al “Piano strategico e all’individuazione e programmazione fondi extra comunali” del Comune di Messina Carlotta Previti, su delega del Sindaco Metropolitano Cateno De Luca, cui hanno preso parte rappresentanti dei Comuni, dell’Università, dell’Autorità Portuale, delle Diocesi, della Soprintendenza, del Conservatorio, dei Parchi e dei Poli per i siti culturali, dell’Ente Teatro, di Taormina Arte, del Messina Tourism Bureau, dell’Azienda Foreste, dei Distretti Turistici e dei GAL.

Dopo i saluti del Dirigente della Città Metropolitana, dott.ssa Anna Maria Tripodo, l’Assessore Previti ha sottolineato il ruolo strategico di impulso e di coordinamento esercitato dalla Città Metropolitana nello sviluppo di politiche territoriali sinergiche tra i settori del turismo, della cultura e dell’agrolimentare, fornendo supporto ai singoli comprensori per esaltarne vocazioni e potenzialità. In materia di DMO, APQ Cultura e Sensi contemporanei, vi è la necessità di ottimizzare una proposta territoriale organica e coordinata in ambito metropolitano che esalti le specificità di ciascun comprensorio, la complementarietà dei territori, e faccia valere la massa critica e il peso politico che possono derivare da un’azione coordinata che può beneficiare delle opportunità finanziarie e strategiche dell’Ente di area vasta, tenendo conto anche delle opportunità che si sta manifestando attraverso i “distretti del gusto”, tutto questo avendo presente che le risorse finanziarie permangono a titolarità regionale.

Sono quindi seguite le relazioni del prof. Filippo Grasso dell’Università di Messina che ha illustrato le tendenze attualmente in atto a livello regionale in materia di promozione turistica e dell’avv. Gaetano Majolino del Messina Tourism Bureau, che si è soffermato sulle strategie per giungere alla costituzione di una DMO metropolitana, sull’esempio di Bologna, che possa far riacquistare al territorio di Messina quel ruolo di guida del movimento turistico siciliano, da tempo messo in discussione.

Dopo un ampio dibattito con gli interventi di Dafne Musolino, assessore al turismo del Comune di Messina, che ha insistito sulla necessità di sviluppare i collegamenti e le infrastrutture per rendere la Sicilia più accessibile e connessa; Sara La Rosa, assessore del Comune di Capo d’Orlando, che ha rivendicato il lavoro e la progettualità realizzati dal territorio dei Nebrodi; Vincenzo Lionetto Civa, Sindaco di Castell’Umberto, che ha ricordato l’importante lavoro svolto dai distretti turistici; Filippo Taranto, Sindaco di Montalbano Elicona, che si è soffermato sull’esperienza del club dei borghi più belli d’Italia e di Cristiana Laurà, dell’Autorità Portuale, che ha sottolineato l’importanza di creare sistema e finalizzare l’attività promozionale settoriale che l’ente portuale realizza, ha concluso i i lavori, l’Assessore Carlotta Previti, che ha sottolineato come la Città Metropolitana intenda assumere un ruolo di coordinamento che porti ad esaltare le progettualità e le iniziative delle singole realtà, che dovranno costituire le “best practice” da estendere a tutto il territorio provinciale. Ha quindi annunciato che verranno costituiti tre tavoli settoriali, con il coinvolgimento del settore privato, per il turismo, la cultura e l’agroalimentare, con l’obiettivo di definire una programmazione strategica che possa confluire in un accordo di programma sottoscritto da Enti ed Istituzioni del territorio, ma anche da dipartimenti della Regione Siciliana.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.