Al Teatro Vittorio Emanuele in scena “Minchia Signor Tenente” dal 17 al 19 marzo 2017

Lo scenario nel quale si sviluppa la vicenda è la Sicilia, “isola, isola bella” così definita in apertura di spettacolo, terra di contraddizioni, prigioniera di “uno Stato nello Stato”, luogo in cui la vita a volte incontra la morte, attraverso la furia omicida, ma che rimane meravigliosa terra.

Lo spettacolo racconta la vita quotidiana di una piccola Stazione dei Carabinieri in un paesino della Sicilia, nella quale si vive un’ordinaria, lenta ma divertente quotidianità, interrotta da un importante evento.

L’espressione amara “Minchia Signor Tenente” è detta tra i denti, perché “urlarla non si può, perché significherebbe insubordinazione”. Ma è un’espressione che non si può neanche tacere perché significherebbe arrendersi a tutto: alle gerarchie che schiacciano, alla legge del più forte, al male del mondo.

Il tema della legalità è trattato soprattutto dal punto di vista degli uomini che non fanno notizia, in un’ottica tragicomica, rappresentati nella loro quotidianità fatta di accadimenti belli e brutti, seriosi e divertenti, di amore e di passioni. I Carabinieri sono uomini semplici, ma allo stesso tempo eroi, riferimento per infondere sicurezza ai cittadini, che adempiono il proprio dovere in modo anonimo.

Scritto e interpretato da Antonio Grosso, giovane e promettente drammaturgo, farà ridere e riflettere.

Programmazione:

17 e 18 marzo 2017 ore 21:00

19 marzo 2017 ore 17:30

Minchia Signor Tenente

Di Antonio Grosso
Con Daniele Antonini, Gaspare Di Stefano,Alessandra Falanga, Antonio Grosso, Francesco Nannarelli, Antonello Pascale, Francesco Stella, Ariele Vincenti e con Natale Russo
Luci Luigi Ascione – Scene Fabiana Di Marco – Costumi Maria Marinaro – Grafica Andrea Ranaldi
Regia Nicola Pistoia
Aiuto Regia Luigi Pisani
Elettricista Claudio Lelli
Promozione Roberta Federica Serrao
Distribuzione Razmataz

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.