Art Gallery Fadibè: “Sospesi” di Salvo Rivolo

  Con “Sospesi” di Salvo Rivolo chiude la rassegna Bodies & Faces nel segno di una grafica incisiva, sicura, elegante e mirabilmente leggera.

L’inaugurazione della mostra, all’Art Gallery Fadibè di Messina, si terrà sabato 6 aprile 2019 alle ore 19.00.

Salvo Rivolo, artista poliedrico, grafico e illustratore con lo studio, anche accademico, ha consolidato il suo modus operandi trovando nell’indirizzo realista un leitmotiv la cui esigenza primaria è sentita come bisogno di testimonianza del presente. Continuo sperimentatore utilizza sia grafite e penna che acquerello e acrilico con un codice linguistico immediato in cui con garbo dialogano l’eleganza del tratto e la consistenza dei contenuti sempre profondi e “sociali”, semi che Rivolo, ad ogni esposizione, getta nei solchi delle coscienze come possibili germogli visivi di una maggiore consapevolezza dell’oggi, Il suo linguaggio, manifestato con felicissima esecuzione, “ubbidisce all’intelletto” che applica scelte nette, oserei dire “partigiane” e che a volte corre più velocemente del fare nonostante una pratica giornaliera e continua, quasi meditativa e autoanalitica che lo fa annegare nel dialogo interiore. Ancorato saldamente alla sua terra e al suo presente l’artista non si rassegna ad una Sicilia immodificabile e pigra che denuncia con sottile ironia anche nelle sue opere come in Società Occulta, realizzata con grafite e acrilici su vecchi stracci in cui ogni personaggio ne spinge un altro aspettandosi altrettanto in pratiche formalmente occultate ma di cui tutti sono colpevolmente consapevoli, la raccomandazione, il do ut des, l’assenza di ogni possibile merito.

Rivolo ci propone anche piccoli ritratti, delicatissime miniature di uomini e donne il cui pensiero, il cui agire, la cui stessa vita paradigmatica sono in palese ossimoro con il supporto dal quale prendono vita sospesi come apparizioni, come guide silenziose e meditabonde al nostro incerto incedere smarrito, citando Marx, in una “immensa distesa di merci” in cui ognuno di noi è solo un consumatore seriale e ha perso il dialogo con se e con gli altri. Camille Claudel, Gustav Klimt, Virginia Woolf, Amelia Rossellì, Leonardo Sciascia e tutti gli altri, sono solo alcuni dei personaggi dalle cui foto Rivolo ha tratto immagini che parlano sia al nostro senso estetico che a quello etico, luminose presenze, icone di una religiosità laica che sembrano originarsi dai più svariati supporti, dal foglio delle istruzioni di un piccolo elettrodomestico, alla comanda di una pizzeria, dalla pagina ingiallita di un vecchio elenco telefonico alla ricetta medica.

La poetica di Salvo procede quindi per contrasti, per dialoghi serrati, la scelta della carta non è mai casuale così come non lo è il recupero fra le scartoffie gettate via. Ogni cosa può – rinascere, tornare a nuova vita, basta solo darle la giusta attenzione. Nel testo striminzito di una brochure sarebbe ridondante, oltre che impossibile, descrivere singolarmente ogni opera quindi, nell’esercizio di tradurre in parole, e in parole che facciano capo ad una lettura critica, la poetica di Rivolo, segnalo l’opera Tutto, un fotogramma pasoliniano in cui il profetico scrittore presta il proprio ritratto per tre volte al modello e ai due sarti intenti a prendergli le misure. Qui è palese come le scelte concorrano, ben orchestrate e meticolosamente progettate, al risultato finale, la scelta dell’ambientazione – un laboratorio sartoriale -, il supporto – carta modello – e lo stesso titolo dell’opera. Con un disegno paziente e metodico, saturo di omaggi e invenzioni, di reminiscenze personali e di concretezza oggettiva Rivolo esplora lo spazio insieme fisico, mentale ed etico del supporto come una dimensione labirintica in cui si intrecciano la storia individuale e quella collettiva, lo stravolgimento visionario, il sogno e l’incubo, la cronaca e il tempo presente.

Maria Teresa Zagone


Art Galley Fadibè
via Natoli 27 – Messina
Dal 6 aprile al 6 maggio 2019, dalle ore 17.00 alle 20.00

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.