Bandiera Blu 2017, premiate le spiagge di Tusa, Lipari e Santa Teresa di Riva

di Sergio Spadaro

Spiaggia Le Lampare, Tusa

Qualità delle acque di balneazione, gestione ed educazione ambientale del territorio, servizi nelle spiagge: questi i principali criteri tra i 32 adottati per l’assegnazione dell’ambito riconoscimento, assegnato a Roma dalla Foundation for Environmental Education per questa trentesima edizione, che annualmente individua le spiagge ecologicamente più belle e funzionali d’Italia.

Santa Teresa di Riva

In Sicilia sono 7 le località che hanno conseguito il titolo 2017, una in più rispetto all’anno scorso. Ad entrare nel ristretto lotto delle premiate è stata Santa Teresa di Riva, unico Comune siciliano ad aver ottenuto la bandiera blu su quindici richiedenti e uno dei tredici nuovi Comuni ammessi in tutta Italia su 189 nuovi candidati.

Per il terzo anno consecutivo viene premiata Tusa con le splendide spiagge “Lampare” e “Marina” e viene confermata Lipari con tutte le spiagge che l’avevano già ottenuta lo scorso anno: Ficogrande (Stromboli), Acquacalda e Canneto (Lipari), Acque termali e Gelso (Vulcano).

Spiaggia di Acquacalda, Lipari

Le altre eccellenze siciliane sono Ispica (Santa Maria del Focallo, Ciriga primo, secondo e terzo tratto), Pozzallo (Raganzino e Pietrenere) e Marina di Ragusa in provincia di Ragusa e Menfi (Porto Palo Cipollazzo e Lido Fiori Bertolino) nell’Agrigentino.

“Un risultato che premia Santa Teresa di Riva che ha puntato sulla valorizzazione dell’ambiente e della sua meravigliosa spiaggia – afferma il sindaco Cateno De Luca – e ringrazio tutti i cittadini che hanno collaborato al cambiamento portando la percentuale della raccolta differenziata all’80%”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Tusa, Angelo Tudisca: “per il terzo anno riceviamo il prestigioso riconoscimento, è una gratificazione che ci rende felici perché riconosce il nostro impegno per la salvaguardia dell’ambiente e la promozione del territorio, non soltanto quello di Tusa ma dell’intero comprensorio nebroideo.

Vogliamo continuare a perseguire l’ottimizzazione di un sistema virtuoso in più settori quali quello dei rifiuti, del bike sharing e quello idrico. Siamo impegnati su altri progetti importanti primo tra tutti la prosecuzione della collaborazione con le Università di Amiens e Poitiers per iniziare una nuova campagna di scavi presso il sito archeologico di Halaesa”.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale istituito nel 1987 e che coinvolge 73 paesi anche extra-europei. L’obiettivo è quello di indirizzare le amministrazioni locali di numerose località rivierasche verso un processo di ecosostenibilità ambientale.

Complessivamente in Italia sono 163 Comuni e 67 approdi turistici ad aver avuto assegnata la bandiera Blu 2017 e la Liguria si conferma regina del mare pulito con 27 località, seguono la Toscana con 19 località e le Marche con 17.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.