Camera di Commercio di Messina: mostra fotografica “Paesaggi terrazzati: visioni globali, prospettive locali”

Sarà una conversazione con il poeta e paesologo Franco Arminio sul tema Ri-guardare la Bellezza. Etica ed estetica del paesaggio condotta da Fulvia Toscano e Mauro Curcuruto (in collaborazione con Naxoslegge), ad aprire martedì 25 settembre alle ore 17.30 la mostra fotografica Paesaggi terrazzati: visioni globali, prospettive locali, curata da Italia Nostra Messina e allestita da Siddharte, presso la sala Borsa della Camera di Commercio.

Le fotografie esposte sono state realizzate dall’Associazione nazionale Italia Nostra – in collaborazione con la Regione Veneto e la Sezione Italiana dell’Alleanza Mondiale per i Paesaggi Terrazzati – in occasione dell’Incontro Mondiale “Terraced landscapes choosing the future”, tenutosi nell’ottobre del 2016.

Le immagini, che ben documentano la presenza di questa particolare tipologia di paesaggio rurale in gran parte del Pianeta, costituiscono da due anni una mostra itinerante. Italia Nostra Messina ha ritenuto opportuno allestirla in un territorio unico dove insistono, diffusissimi, antichi terrazzamenti con muri a secco, purtroppo spesso in abbandono.

Ai fotografi Antonella Mangano, José Martino e Sandro Messina è stato affidato il compito di rappresentare le nostre ammacie, che da sempre caratterizzano il paesaggio collinare di entrambi i versanti peloritani, ionico e tirrenico. Ai loro scatti il merito di colmare un’assenza registrata nella mostra nazionale relativamente al nostro territorio. La ‘mostra nella mostra’, quindi, si propone di raccontare ai visitatori la bellezza del paesaggio terrazzato messinese, tra i più interessanti d’Italia, invitando a riflettere sul titanico lavoro comunitario, capace di modellare il territorio e sulle conseguenze dell’abbandono. Si vuole, pertanto, promuovere la cultura della conoscenza, della tutela e del recupero del paesaggio terrazzato per salvare dall’incuria e dall’oblio il suo valore storico, paesaggistico e umano, altrimenti inevitabilmente destinato a scomparire per sempre. Le immagini sono accompagnate da supporti didattici per facilitare la fruizione della mostra e coinvolgere anche i visitatori più giovani, avvicinandoli alla conoscenza di uno specifico aspetto del nostro paesaggio rurale affinché possano diventare custodi e promotori della sua bellezza.

Ad accogliere e accompagnare i visitatori nell’itinerario della mostra – aperta fino al 25 ottobre – saranno gli studenti dell’ITES “A.M. Jaci” (orari di visita della mostra dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00; mercoledì dalle 15:00 alle 16:30

 

 

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.