Nuova figura professionale: Assistente all’autonomia ed alla comunicazione dei disabili

di Anna Giuffrè

La Città Metropolitana di Messina, nella figura della Dirigente del “Servizio Politiche Sociali” della V Direzione, avv. Anna Maria Tripodo, ha avuto un ruolo determinante sulla definizione del nuovo profilo professionale dell’Assistente all’Autonomia e alla Comunicazione dei Disabili, facendosi portavoce, presso la Regione Siciliana, delle difficoltà di cui risentono i servizi per la disabilità.

Nell’attuale momento sociale di grande difficoltà, oltre che in termini economici, i servizi di supporto educativo alla disabilità risentono soprattutto della scarsa specificità del personale impiegato e della poca chiarezza sulle competenze necessarie per favorire l’integrazione sociale dei soggetti con disabilità sensoriali. Il risultato atteso è arrivato con il D.A. 5630 del 19 luglio 2017, approvato dall’Assessore all’Istruzione e Formazione professionale, Bruno Marziano, che ha agito in concerto con il Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali, e con l’inserimento del nuovo profilo professionale tra le qualifiche della Regione Sicilia, stavolta fra le prime sul territorio nazionale.

Questo provvedimento definisce una nuova professionalità, in applicazione dell’art 13 “Integrazione scolastica” della L. 104/92, che ha il compito di facilitare l’inserimento dell’alunno con disabilità sensoriali. Professionalità prossima ad altre figure già consolidate ma complementari, quali il docente di sostegno e l’assistente igienico personale, con cui si rischiava una confusione di ruolo e obiettivi. I “nuovi professionisti”, che avranno un rapporto ad personam col disabile, dovranno essere formati contemporaneamente su le principali disabilità cognitive e sensoriali, quando tradizionalmente la formazione di tali assistenti procedeva per vie distinte, ma soprattutto dovranno lavorare in team con le altre figure educative e assistenziali.

l Seminario del 24 di ottobre “Autonomia scolastica dei soggetti con disabilità sensoriali e cognitive”, che si è svolto a Palazzo dei Leoni, organizzato dalla Città Metropolitana di Messina in collaborazione con UniMe e UniMoRe , con I.Ri.Fo.R (Istituto Nazionale di Ricerca, Formazione e Riabilitazione per la disabilità visiva) e con il sostegno dell’Istituto per Sordi “Annibale Maria di Francia”, ha esplicitato le tematiche scientifiche sulla cui conoscenza si fonda la nuova professionalità.

Hanno relazionato docenti universitari fra i quali il prof. Franco Galletti su “La sordità infantile: protocolli di screening, diagnosi precoce e terapia protesistico-implantologica”, il prof. Antonio Persico “Sordità infantile e disturbi del comportamento: un focus sul disturbo di spettro autistico” e la dott. log. Patrizia Longo “Gli outcomes in riabilitazione uditiva”; inoltre importanti esponenti del mondo associativo fra cui il prof. Gian Luca Rapisarda (I.Ri.Fo.R.) su “Le figure professionali a supporto dell’inclusione scolastica dei disabili visivi”; quindi la dott.ssa Marcella Nalli ha trattato “La professione degli Assistenti alla comunicazione ed all’autonomia degli alunni con disabilità” presentando il Master telematico di I livello di UniMoRe per la formazione del profilo professionale del personale educativo in Sicilia.

Al convegno hanno partecipato un cospicuo numero di studenti del CdL in Logopedia particolarmente interessati al percorso, utile per il conseguimento delle competenze descritte dal recente D.L. n.59 del 13 aprile 2017 (Formazione iniziale e reclutamento docenti scuola secondaria).

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.