Eventi e manifestazioni natalizie nel territorio messinese

di Giusi Villa

Il Natale è ormai alle porte e, come di consueto, sono già iniziati i preparativi che rendono questo periodo il più magico dell’anno. Infatti, il giorno del Santo Natale, preceduto dalle celebrazioni della vigilia, rappresenta soltanto l’apice di una festività che identifica un intero periodo, quello invernale all’arrivo del primo freddo e, per i più romantici, della neve, con protagonista il mese di dicembre.

Casetta di Babbo Natale in via Garibaldi

E se dentro le nostre case alberi e presepi sono già allestiti, anche la città di Messina, come da tradizione, ha inaugurato la stagione natalizia l’8 dicembre – giorno dedicato all’Immacolata Concezione – con eventi e manifestazioni di vario genere, all’aperto e al chiuso, promossi dalla collaborazione tra Comune, quartieri, artisti e privati che procederanno fino alla fine del periodo, convenzionalmente identificata con la festa dell’Epifania che, come si suole dire, “tutte le feste porta via”. Molto interessanti i numeri di questo Natale messinese che ha in programma 40 attività musicali, 5 teatri aperti e 16 spazi d’artista, oltre ad attività organizzate da associazioni e commercianti.

Una delle prime manifestazioni che ha dato il via ai fervori natalizi si è svolta l’8 dicembre in via Garibaldi, nella piazzetta adiacente la chiesa di San Giuliano, pensata ed organizzata dall’iniziativa privata della neonata Associazione di commercianti “Le Vetrine di Via Garibaldi” che, con un’idea tutta dedicata ai più piccoli, ha dato vita alla casa di Babbo Natale, una piccola casetta in legno che addobbata a dovere ha ricevuto decine di bambini impazienti di fare la foto con Babbo Natale e lasciare la propria letterina nell’apposita cassetta postale. L’evento si ripeterà nei fine settimana fino al 23 dicembre, giorno in cui avverrà una distribuzione di doni ai bambini. Nel frattempo non mancheranno canti di natale ed esibizioni varie in collaborazione con la Chiesa San Giuliano, che si svolgeranno fino al 6 Gennaio.

Albero di Natale a Piazza Cairoli

Il centro cittadino è stato illuminato dall’ormai tradizionale albero di Natale di Piazza Cairoli, donato come ogni anno dalla Caronte&Tourist. La costruzione, che raffigura l’immagine stilizzata di un abete, di giorno rimane bianca mentre di notte si accende di migliaia di luci colorate. L’accensione dell’albero – allestito il 6 dicembre – è avvenuta giorno 10 alle ore 18,30, preceduta da una cerimonia inaugurale in cui sono state recitate delle preghiere accompagnate dalla benedizione da parte di Don Cesare Di Pietro. Piazza Cairoli, quale piazza più centrale della città, è inoltre la protagonista dell’inedita iniziativa che ha permesso la costruzione di una ruota panoramica. La novità, organizzata da Confcommercio, insieme alla Camera di Commercio ed il Comune, è stata inaugurata il 15 dicembre alla presenza dell’Assessore Signorino. Il costo del biglietto per un giro sulla ruota è di tre euro e la costruzione rimarrà a disposizione dei cittadini per tutto il periodo delle feste, dopo il quale verrà rimossa.

Ad annunciare l’arrivo delle feste anche il fiorire di presepi, diversi per grandezza, storia e tradizione, costruiti con diversi materiali o viventi.
Un’importante mostra d’arte presepiale è in corso di svolgimento nel sito tradizionale dei chiostri del Palazzo Arcivescovile; dal 16 dicembre al 7 gennaio, dalle ore 16,30 alle 20,00 si possono ammirare presepi, diorami e bellissime sculture.

Presepe vivente di Castanea

L’atmosfera natalizia però interessa tutto il messinese. Taormina è già avvolta da un’atmosfera festosa e folcroristica dal 16 dicembre al 6 gennaio, dove lungo le vie di Borgo Trappitello, in pieno centro storico è iniziata l’esposizione di un presepe vivente, concerti e degustazione di prodotti tipici natalizi. Non mancherà il ventennale appuntamento con il tradizionale presepe vivente di Castanea delle Furie, come ogni anno allestito nell’antichissimo casale dai giovani dell’associazione turistico culturale Giovanna d’Arco, in una fedele ricostruzione presepiale con vicoli in stile bethlemmiano. L’opera sarà visitabile dal 25 dicembre al 7 gennaio dalle 17,30 alle 19,30.

La tradizione natalizia si rinnova anche a Montalbano Elicona dove, nel tradizionale sito del quartiere Serro, dal 26 dicembre al 6 gennaio sarà visitabile la sua famosa arte presepiale, negli anni anche premiata con l’ambito premio presepistico regionale, quale miglior presepe vivente in Sicilia.

A Santa Lucia del Mela, dal 25 dicembre al 7 gennaio è possibile visitare il “Presepe Vivente luciese“, una vera e propria rappresentazione teatrale che consente al visitatore di immergersi completamente nella realtà rappresentata attraverso un rapporto diretto tra figurante-attore e visitatore, che parlano e interagiscono.

Non mancano inoltre manifestazioni culinarie come sagre natalizie e degustazioni di prodotti tipici nei vari comuni e province. A Novara di Sicilia sarà possibile godere per l’occasione, della degustazione ed esposizione di prodotti del luogo, dove si terra la Festa del cibo “Mangiannu a strada a strada”, progetto che coinvolge tutte le attività commerciali del Borgo. Le specialità da scoprire sono: pane e porchetta, pane fritto prodotto con farina locale di tummilia, russello e maiorca e poi i dolci di ricotta: “le cassattelle”, “i jiditi d’aposturu”, i “raviò di ricotta”, “U risu niru”. La manifestazione iniziata l’8 dicembre si interromperà il 26 per concludersi poi con un ultimo appuntamento il 6 gennaio.

Queste sono soltanto alcune delle numerose iniziative che interessano tutto il territorio di Messina e Provincia, che in un connubio di tradizione e innovazione non manca di rendere omaggio al periodo più festoso dell’anno.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.