La casa di carta, dal libro al murale

 

 

Il libro

Il 14 maggio 2020 uscirà nelle librerie “L’enigma del Professore” (Magazzini Salani) sequel cartaceo della fortunata serie televisiva spagnola “La casa di carta”.
Un romanzo “interattivo” che in 208 pagine crea un ponte tra il mondo dell’intrattenimento digitale e l’antico mondo del libro. L’enigma rimanda al periodo della giovinezza di Sergio Marquina.
Il Professore, Sergio Marquina, prima di ideare la più grande rapina che il mondo ricordi, passò buona parte della sua infanzia e adolescenza all’ospedale San Juan de Dios di San Sebastián, dove instaurò un’amicizia stretta e sincera con Jero Lamarca, compagno di detenzione in un ambiente tutt’altro che felice. Il giovane Professore – già baciato da una straordinaria intelligenza – si esercitava spesso in rompicapi e indovinelli per stimolare la curiosità e la vitalità di Jero. Allo stesso modo Jero, per distrarlo dal disagio, gli insegnava a comporre difficilissimi origami.
Oggi sono passati molti anni dai tempi dell’ospedale, così come del tempo è passato dall’impresa milionaria alla Zecca di Stato spagnola. Jero sta raccogliendo le sue cose prima di abbandonare l’officina motociclistica di cui ha appena dichiarato il fallimento, quando riceve un pacco inatteso. Dentro ci sono un taccuino, una lettera, una scatola di latta chiusa da un lucchetto, la foto di una maschera di Dalí e un origami di carta rossa.
Jero non ha dubbi: là fuori, da qualche parte, il Professore ha nascosto parte del bottino per lui. Sergio sta regalando all’amico d’infanzia un’inaspettata opportunità per rialzarsi. Ma Jero deve decodificare tutti gli indizi e risolvere ogni enigma per trovare il tesoro.

Il murale

Sulla facciata di un palazzo del quartiere di Neukölln è stato realizzato un dipinto dedicato al personaggio interpretato da Alba Flores, “Nairobi”. Quasi fosse un gioco tra realtà e finzione, l’omaggio artistico è a Berlino, la città non il personaggio!

 

Giusi Mangione

 

 

Fonti
Il libraio.it
La casa di carta: A Berlino un grande murale omaggia Nairobi
di Carolina Mautone

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.