Il miele di castagno dei monti Peloritani

di Giuseppe Spanò

Il miele di castagno è una delle principali produzioni uniflorali dei monti Peloritani, viene prodotto in abbondanza nei mesi di giugno e luglio, data la considerevole quantità di alberi di castagno presenti nei propri terreni.

Il suo colore è ambrato, più o meno scuro, con tonalità rossiccio-verdastro, il suo odore è intenso ed acre, il suo sapore caratteristico è un poco amaro.

L’aroma è intenso, simile all’odore, tannico molto persistente.

La ricchezza botanica di questi monti della Sicilia origina diverse tipologie di miele fra i quali il castagno e il millefiori.

Il miele è un alimento energetico e naturale, solo le api sono in grado di ottenerlo raccogliendo e rielaborando il nettare dei fiori; è un prodotto altamente proteico e viene assimilato meglio perché è pre-digerito dalle stesse; è costituito da enzimi, sali minerali, vitamine, zuccheri semplici; è facilmente assimilabile e non lascia scorie nell’organismo, apportando un notevole valore energetico.

Gli enzimi contenuti nel miele lo rendono alimento vivo, con proprietà antibiotiche ed in continua trasformazione, cioè soggetto alla cristallizzazione, che ne garantisce la genuinità.

Il miele dei Peloritani nasce in campi incontaminati, da prati ad alta quota e riserve di boschi.

E’ un prodotto naturale perché non subisce processi di lavorazione ma viene posto nei barattoli così come esce dallo smielatore.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.