Il Transatlantico Carpathia a Messina un mese prima di salvare i naufraghi del Titanic e per l’ultima sua crociera nel 1915

di Attilio Borda Bossana

RMS Carpathia

Due date significative caratterizzano il rapporto tra la nave Carpathia ed il porto di Messina. L’undici marzo 1912 il transatlantico proveniente dal porto di Fiume faceva il suo primo scalo peloritano per imbarcare emigranti diretti negli Stati Uniti, 36 passeggeri in seconda classe, uno in prima e 382 tonnellate di carico. Dopo quella tappa a Messina fece rotta per New York da dove sarebbe ripartito un mese dopo per intraprendere il viaggio inverso con destinazione Fiume.

Nella notte di domenica 14 aprile 1912, il Carpathia, piroscafo della Cunard da 13.600 tonnellate, comandato da Arthur H. Rostron, diretto in Mediterraneo con 735 passeggeri a bordo, ricevette la richiesta di soccorso del Titanic. Alle 23.40 il Titanic entrò in rotta di collisione con un iceberg, nell’Atlantico settentrionale ed il marconista del Carpathia, Harold T. Cottam ricevette un messaggio da Cape Race (Terranova), in cui si affermava che la stazione aveva traffico privato dal Titanic.

Collegandosi con il transatlantico, il Carpathia ricevette invece il segnale di soccorso e il capitano Rostron, ordinò subito di raggiungere a velocità massima (17 nodi, corrispondenti a 31 km/h) l’ultima posizione nota del Titanic, a circa 58 miglia (93 km).

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Carpathia giunse sul luogo del disastro, dopo aver percorso un’insidiosa rotta tra i ghiacci, alle ore 4.00 del 15 aprile, un’ora e mezzodopo l’affondamento del Titanic. Nel corso delle ore successive l’equipaggio fece salire a bordo i 705 superstiti e le lance di salvataggio del transatlantico della White Star Line e partì per New York, dove giunse il 18 aprile.

Per l’aiuto prestato al Titanic, l’equipaggio del Carpathia venne premiato con medaglie dai superstiti: i membri dell’equipaggio vennero premiati con medaglie di bronzo, gli ufficiali con medaglie d’argento; il capitano Rostron ricevette la medaglia d’oro e una coppa d’argento, consegnata da Margaret Brown, una delle superstiti del Titanic. Rostron fu successivamente ospite del Presidente degli Stati Uniti William Howard Taft alla Casa Bianca, e ricevette la Medaglia d’oro del Congresso, il più alto riconoscimento civile conferito dal Congresso degli Stati Uniti d’America.

Sommergibile U 55

Il transatlantico Carpathia era stato costruito in Inghilterra nel cantiere Swan Hunter & Wigham Richardson, a Newcastle Upon Tyne e varato il 6 agosto 1902. Il suo dislocamento era di 8.600 tonnellate, la sua lunghezza era di 541 piedi (165 m) e la sua larghezza di 64 (19,66 m). Il Carpathia effettuò il suo primo viaggio il 5 maggio 1903 da Liverpool a Boston, e presto prese servizio tra New York, Trieste, Fiume e altri porti del mar Mediterraneo tra cui Messina che tocco il 13 aprile 1915.

Fu quello l’ultimo viaggio che fece come transatlantico sulla rotta Pireo, Messina, Palermo, Napoli, Genova, Lisbona e New York. Dal giugno di quell’anno fu infatti militarizzata ed utilizzata come nave per il trasporto in Europa delle truppe della Canadian Expeditionary Force, durante la prima guerra mondiale. Faceva parte di un convoglio quando fu silurato il 17 luglio 1918 al largo della costa orientale dell’Irlanda, 120 miglia ad ovest di Fastnet dal sommergibile tedesco U-55. L’esplosione uccise tre fuochisti e altre due membri dell’equipaggio nella sala macchine.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.