“La Prima Guerra mondiale vista attraverso i giornali d’epoca”, prorogata al 16 gennaio 2019 la chiusura della mostra documentaria sulla Grande Guerra

La mostra documentaria “La Prima Guerra mondiale vista attraverso i giornali d’epoca”, inaugurata il 21 dicembre presso il Villino Liberty di Barcellona Pozzo di Gotto, è stata è stata prorogata fino al 16 gennaio 2019.

L’evento esposititivo, allestito in occasione in occasione del centenario della fine della Grande Guerra, è organizzato dal Servizio “Cultura” della Città Metropolitana di Messina, in collaborazione con il Museo Etnostorico “Nello Cassata” e la Pro Loco “Nomos Di Manno”, con il patrocinio del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto.

Considerata l’importanza dell’argomento, anche ai fini dell’approfondimento storico da parte soprattutto degli studenti, è stata richiesta da diverse scuole del territorio una proroga al fine di permettere delle visite guidate della mostra.

Il percorso si snoda soprattutto attraverso le illustrazioni di Achille Beltrame (1871-1945), pubblicate nella Domenica del Corriere e nel Corriere dei Piccoli, supplementi illustrati del Corriere della Sera originali degli anni che vanno dal 1915 al 1918, provenienti  dalla collezione privata del Museo Cassata.

In mostra anche esemplari della rivista “L’Illustrazione Italiana” (1915), del “Giornale Illustrato dei Viaggi” (1918) e le raccolte della sezione
fotografica del Comando supremo dell’esercito italiano. Una sezione a parte è dedicata ad oggetti e cimeli di guerra facenti parte della collezione del Museo Cassata e, tra le testimonianze toccanti in esposizione, la corrispondenza tra un militare al fronte e la sua fidanzata composta da splendide cartoline originali d’epoca, e le cartoline alla famiglia di un militare che non farà più ritorno a casa.

Tra le figure protagoniste della mostra si segnalano quelle di Filippo Zuccarello (Patti 1891-Carso 1917), caduto in combattimento nel 1917, decorato di medaglia d’oro al valor militare alla memoria e di Luigi Rizzo (Milazzo 1887-1951) comandante marittimo e ammiraglio italiano che si distinse particolarmente, ottenendo numerose decorazioni.

La mostra sarà visitabile dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.