La “Top Spin” di Messina conquista la Coppa Italia di Tennistavolo

di Giusi Mangione

Top Spin Messina

Strepitoso traguardo raggiunto dalla “Top Spin“, storica società messinese di tennistavolo. Domenica 13 gennaio 2019 al PalaTennistavolo “Aldo De Santis” di Terni ha conquistato la Coppa Italia maschile, battendo in finale per 3-1 il Cral Comune di Roma. Una gara durata quasi tre ore, molto combattuta ed equilibrata. Dal doppio Antonino Amato e Marco Rech Daldosso, parziali 11-8, 13-11, 117-7 è arrivato il primo punto. Di seguito i singolari: Jordy Piccolin della Top Spin in un confronto serratissimo è riuscito a piegare la resistenza di Paolo Bisi (Cral Comune di Roma): finale 3-2.

Il confronto tra Marco Rech Daldosso (Top Spin) e il cinese Chen Shuainan ha visto prevalere l’atleta della compagine romana. Infine, la partita tra Jordy Piccolin (Top Spin) opposto a Federico Pavan, conclusasi a favore del rappresentante della società messinese per 3-1, ha concretizzato il sogno della Top Spin di sollevare la Coppa Italia. Il merito di questa vittoria, oltre agli atleti, va al presidente della società, Giorgio Quartuccio e al tecnico Wang Hong Liang.

Top Spin Messina – Wang Hong Liang e Giorgio Quartuccio

«Sto assaporando – ha affermato il presidente messinese Quartuccio – una sensazione mai provata prima, dal punto di vista sportivo, una soddisfazione enorme. Abbiamo raggiunto un grande traguardo, portando a casa la Coppa, È l’apice della nostra storia, speriamo sia il primo di altri titoli. Era un obiettivo stagionale, puntavo molto alla Coppa Italia, una competizione diversa dal campionato. Adesso testa alla serie A1, dove è più dura, ma che ce la giocheremo. Questo risultato è frutto di scelte di mercato concordate con il tecnico Wang Hong Liang che sull’arrivo di Piccolin e Rech è stato entusiasta. Sono tutti dei bravi ragazzi, la squadra è unita e tutti insieme abbiamo vinto questa Coppa. Seretti non ha giocato nelle ultime due gare ma è stato ugualmente importante, facendo bene nel girone, però, per caratteristiche degli atleti incontrati, era meno adatto rispetto a Piccolin. Abbiamo insistito proprio su Jordy e sono contento che questa vittoria porti la sua firma finale. Era demoralizzato dopo la partita del girone con Roma,abbiamo parlato e siamo stati ad un passo dal sostituirlo, ma lo stesso Damiano ha insistito su Jordy che si è riscattato alla grande. Il doppio è stato il nostro punto di forza, Rech e Amato sono stati formidabili. Sono sicuro che la presenza di Marco dia tranquillità ad Antonino, infondendogli sicurezza. Ciascuno ha comunque portato un mattone alla vittoria».

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.