L’antica via del Dromo

di Giuseppe Spanò

Dopo il successo della precedente edizione, sabato 26 settembre 2020, ore 16.00, con appuntamento davanti alla Noria di Minissale, avrà luogo la passeggiata culturale lungo l’Antica via del Dromo che farà parte quest’anno del Festival “Le Vie dei Tesori”.

Vecchi edifici agricoli e agroindustriali, chiese, palazzi e ville d’epoca, che appaiono oggi come dei corpi quasi estranei al paesaggio attuale della periferia sud di Messina, saranno svelati dai nostri volontari, attraverso un viaggio nel tempo, nella città famosa nel mondo per i suoi giardini e le fabbriche di essenze di agrumi e gelsomini. Sarà un itinerario più corto rispetto a quello dell’anno precedente, ma più ricco di curiosità. Saranno confermate le tappe di Villa De Pasquale, Palazzo Mondio, Chiesa della Calispera, Palazzina Grill, Fontana S. Francesco e la Chiesa Immacolata di Contesse.

Mentre la principale novità sarà la visita alla monumentale Noria di Minissale, di cui sarà spiegato l’antico funzionamento, grazie alla collaborazione dell’Azienda Agricola Villarè. Lungo l’antica via del Dromo (dal greco dromos, via “veloce”), come veniva chiamata l’antica via che collegava Messina e Catania, si scopriranno alcuni luoghi simbolo della città di Messina, dove si intrecciano storie del passato e suggestioni del presente.

E proprio lì dove fiorivano e profumavano zagare e gelsomini, nascono oggi nuove reti e collaborazioni sociali per progetti innovativi di rigenerazione urbana come CuFU, che saranno illustrate durante la tappa al villaggio UNRRA.

La piazza della Noria di Minissale sarà punto di raduno alla partenza e all’arrivo dell’itinerario e sarà raggiungibile a piedi dal capolinea sud del tram o dalla fermata della Linea Shuttle a Minissale.

In alternativa sarà possibile parcheggiare la propria auto nei pressi della Noria per poi riprenderla dopo l’ultima tappa.

 

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.