“Lascia che sia…”: manifestazione alla Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina

Nel solco dell’edizione 2018 delle Giornate Europee del Patrimonio, titolate “L’Arte di condividere”, la Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo”di Messina ha già offerto ai numerosi intervenuti alla manifestazione “LASCIA CHE SIA…”. Prove aperte”, l’opportunità di vivere un’esperienza singolare in cui non essere solo spettatori, ma prendere parte all’evento attivamente, per porsi quale veicolo stesso di idee artistiche.

Il 16 novembre 2018, alle ore 17, nel Salone Eventi della Biblioteca Regionale e il 14 dicembre, alle 17, presso i locali dell’Associazione Culturale “Avantgarde”, l’iniziativa “LASCIA CHE SIA…” si realizzerà nella sua completezza. Lascia che sia… poesia, musica, filosofia, teatro, pittura e costume, arti tutte che sgorgano da emozioni, sentimenti, ricordi e, veicolate attraverso consone forme espressive, passano dall’“artista” al fruitore, coinvolgendolo empaticamente. Parole, suoni, pensiero, immagini, costume, persone prima che personaggi, e luoghi dell’anima in cui ciascuno potrà ritrovare in parte sentore del proprio vissuto.

Arti protagoniste del momento culturale del 16 novembre c.a.: POESIA e MUSICA.

Quasi sempre chi gode dell’arte, ne fruisce della risultanza finale, ma in realtà ciò che attrae è il coinvolgimento emotivo individuale, che si presume emerga dalle sensazioni che ogni opera riesce a dare, in quanto espressione di un vissuto. Il progetto dunque si pone l’obiettivo di percorrere un viaggio nelle motivazioni esistenziali più recondite che hanno orientato le pensatrici, i pensatori e gli artisti nel loro cammino.

In particolare in questo Istituto si proporranno letture drammatizzate nelle forme di interviste giornalistiche, e momenti di reading poetici di composizioni di autrici e autori del ‘500 e contemporanei, il tutto inframezzato da elementi ritmici quali le melodie jazzistiche eseguite con tastiera, batteria e voce, e interventi di critica musicale. Tale percorso intende evidenziare i tratti comuni tra l’espressione artistica e il vissuto (con riferimento anche ad alcuni episodi significativi dell’esistenza degli artisti) e la possibilità che i due linguaggi – poetico e musicale – diventino percezione che “dalla mente arrivi ai sensi”.

Arricchirà l’evento un’esposizione bibliografica a tema con testi, su tutte le forme artistiche indagate, tratti dalle collezioni della Biblioteca Regionale, fra i quali non mancheranno edizioni rare e di pregio. In questa esperienza di condivisione con i fruitori, hanno affiancato il Dirigente Responsabile della Biblioteca, dott.ssa Tommasa Siragusa – che ha assunto il ruolo di coordinatore del progetto – i curatori: prof.ssa Gabriella Bertuccini, Docente di Scienze Sociali presso il liceo cittadino “E. Ainis” e ideatrice del progetto, la prof.ssa Angela Barrese, Docente e Presidente dell’Associazione culturale “Amici della Scocca” e la Dott.ssa Rosalba Lazzarotto, Docente e Presidente dell’Associazione culturale “Avantgarde”.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.