Le cartoline della Compagnia durante le crociere dell’Hamburg-American Line

di Attilio Borda Bossana

Un sondaggio di Skyscannner, sito leader nella ricerca di voli aerei, indica che solo un turista su venti invia a parenti e amici una cartolina dal luogo di vacanza. A sostituirla sono foto e video spediti via mail o attraverso i social network. Fu il 1° ottobre 1869, centocinquanta anni fa, che la Correspondenz-Karte, prima cartolina postale, vide la luce grazie all’idea di un professore austriaco di economia, Hermann Emmanuel.

E da cartoncino a stampa, sempre più ricco di disegni, marchi e immagini, sul finire dell’800 si trasformò in cartolina illustrata prima con l’intuizione del libraio francese Besrnardeau de Sillé-le-Guillaume e poi dal 1872 del tedesco Franz Borich che abbinò immagini artistiche o panoramiche di un luogo. Superata dalle nuove tecnologie

Oggi, stagione di social network e connessioni fotografiche istantanee, grazie a PEM – Pick the Emotion – nasce una app che promuove il settore turistico unendo vintage e digitale, una cartolina totalmente personalizzata, sia per clienti che per strutture turistiche. Il turista scatta una foto o un self durante il suo soggiorno, modificandola a piacimento ed usandola quindi come immagine di una reale cartolina cartacea, da personalizzare con testo e disegni e poi inviare ad amici e parenti.

L’opportunità, creata il 14 agosto 2017, nasce dall’esperienze di Elisa De Filippi e Andrea Gambini, la prima esperta del coinvolgimento emotivo da atleta e da trainer, l’altro amante dell’arte e del Made in Italy che sviluppano una soluzione innovativa e tecnologica per promuovere le realtà turistiche e ricettive grazie all’emozione del marketing diretto.

L’originale nuova tecnologica applicazione digitale ha una storica intuizione risalente al 1907 quando apparivano panorami internazionali, italiani e siciliani tra cui Messina. Quella primordiale “app” cartacea la si deve al marketing della Hamburg Amerikanische Paketfahrt Actien-Gesellschaft, compagnia di spedizioni transatlantiche sintetizzata nell’acronimo HAPAG Hamburg America Line (a volte anche Hamburg-American Line, Hamburg-Amerika Linie o Hamburg Line.

La compagnia tedesca fondata ad Amburgo, nel 1847, ben presto si sviluppò divenendo la più grande compagnia di navigazione, offrendo servizi al mercato dall’immigrazione tedesca negli Stati Uniti e successivamente a quello dall’Europa orientale ma diversificandosi anche come compagnia di crociere in Europa e in Mediterraneo. In tale settore a bordo delle navi della compagnia venivano distribuite ai passeggeri, una cartolina prestampata con il disegno o l’immagine dei luoghi più significativi lungo l’itinerario, accompagnandola con una descrizione turistica e con la firma della comunicazione da parte del capitano August Christian Friedrich Dempwolf, comandante di numerose navi della Hapag, ma conosciuto in tutto il mondo per i suoi “Twitter” con cui descriveva la rotta della crociera grazie a “ritratti” delle città in cui la nave non faceva scalo. Tra le tante spedizioni una del 28 marzo 1907 parlava di Messina e delle sue suggestioni panoramiche ed artistiche. La compagnia prosegui questa usanza anche dopo la scomparsa del cap. Dempwolf, utilizzando per il messaggio la formula “telegramma dalla crociera”.

E Messina tornò ad essere protagonista, il 22 marzo 1911, con la “cartolina” inviata durante la crociera della SMS Cleveland e poi il 29 marzo 1928 con la rotta d’Oriente della nave Oceana, con una descrizione storica e il riferimento al sisma del 1908 e con una immagine di una improbabile strada di Messina. L’attenzione verso i passeggeri prosegui da parte della compagnia sino al 1938, quando le mete crocieristiche non furono più scelte turistiche per le vicende belliche della seconda guerra mondiale.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.