L’efficacia amministrativa della fede

di Filippo Romano

In tema di Divino nutro profondi dubbi e altrettanto profondo rispetto. La mia formazione laica e razionalista mi fa tuttavia diffidare della metafisica come strumento per comprendere la realtà; e abbraccia piuttosto il pensiero di scienziati e filosofi quali Hawking, Dawkins, Popper e prima di loro Darwin.
Tuttavia posso dire di aver costatato in maniera incontrovertibile la forza – se non della divinità – sicuramente della religione.
Qualche tempo fa, fermatomi in un chiosco di un paese della riviera ionica siciliana, davanti al caffè, sono stato interrogato da un anziano avventore, che mi chiedeva – cosi, ex abrupto – ragione del perché i terremoti accadano sempre nei centri abitati e non in pieno deserto, dove non farebbero danni. Gli ho risposto, dapprima, che ovviamente accadono anche in pieno deserto o in mezzo agli oceani e nelle profondità abissali, ma che a mala pena vengono riportati e certo non fanno notizia. Ma lui insisteva: la spiegazione non lo convinceva. Continuava a ripetere la domanda ignorando completamente la mia risposta razionale. Mi sembrava agitato e spaventato. Così, mosso da non so quale intuito consolatorio, gli ho fornito una seconda risposta: “Dobbiamo chiederlo a Lui”, gli ho detto, indicando il cielo con il dito indice. Ebbene mi ha sorriso e si è subito calmato, contento per la risposta che stavolta lo appagava. “Vero, verissimo: sulu ‘u Signuruzzu sapi ‘sti cosi!”; e con queste apodittiche parole il momento di dubbio e angoscia esistenziale veniva ufficialmente e serenamente chiuso.
Religione e pace interiore, forse anche religione e ordine pubblico: temi su cui (forse un poco amaramente) riflettere. Ma non certo in questo piccolo “diario”. Alle cui poco impegnative note posso solo aggiungere che nella mia esperienza amministrativa, nelle transazioni relazionali, più volte mi sono dovuto arrendere alla tentazione di confidare più nella comprensione emotiva (se così si può dire) che nella capacità razionale di analisi della realtà. Solo un esempio minuto, per l’ordine pubblico, e senza esagerare: anni fa un sindaco mi consigliò di installare un “Padre Pio” in piazzette o bivi da risanare. Lo ho fatto talvolta come Commissario. Funziona divinamente (appunto)! Spariscono i rifiuti e appaiono fiori: un vero miracolo umano…

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.