Messina fra “Le Vie dei Tesori” nella XI edizione del Festival

Le vie dei Tesori

di Anna Giuffrè

“Le Vie dei Tesori” il Festival che, ormai da undici anni, si svolge a Palermo in tutti i weekend di ottobre, nella edizione di quest’anno prevede la partecipazione di altre quattro città siciliane: Agrigento, Caltanissetta, Messina e Siracusa nei due weekend di settembre del 15/17 e del 22/24.

Forte Petrazza

Il coinvolgimento di Messina a Le Vie dei Tesori è stato fortemente voluto da Carlo Vermiglio, Assessore Regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, che ha trovato l’intesa con gli ideatori e organizzatori dell’iniziativa cioè l’Associazione Le Vie dei Tesori Onlus e con le istituzioni locali e associazioni culturali cittadine. Il Festival, che viene insignito della medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica per il secondo anno consecutivo, patrocinato dal Senato, dalla Camera e dal Ministero dei Beni Culturali, ha dato il suo forte contributo alla designazione di Palermo a Capitale della Cultura 2018.

Con la formula del museo diffuso il territorio, la città, la comunità, diventano essi stessi “oggetti del museo” strumenti di recupero della memoria collettiva e dell’identità perdute col terremoto del 1908. Dunque 28 i siti scelti per questo progetto pilota che integra Messina fra Le Vie dei tesori, dalle chiese alle ville, dai forti ai siti archeologici, dalle pinacoteche al nuovo museo, tutti luoghi dove far rivivere il “genius loci” di una città eroica, dal grande passato da narrare. Le visite guidate sono curate da volontari coadiuvati da studenti di scuole secondarie in alternanza scuola-lavoro. Oltre le visite ai siti, sono organizzate 4 passeggiate tematiche su Antonello da Messina, i Miti dello Stretto e l’Arte Sacra.

Museo provinciale del ‘900

L’apertura contemporanea dei siti, fra i quali alcuni solitamente chiusi o comunque di difficile fruizione, sarà, in linea generale, dal venerdì alla domenica dalle ore 10 alle 18. Per visitare i luoghi non occorrono prenotazioni, agli ingressi è infatti disponibile il ticket valido per la singola entrata. Ma la formula più conveniente e innovativa prevede l’acquisizione online (http://www.leviedeitesori.com/ticket-messina/) di un coupon da 10 o da 4 ingressi valido per visitare, a scelta, i luoghi del circuito. Il coupon non è personale e, semplicemente stampandone più copie, può essere utilizzato da più visitatori contemporaneamente anche in luoghi diversi, ovviamente fino all’ esaurimento del suo valore. I visitatori più tecnologici invece possono mostrare il coupon direttamente sullo smartphone o sul tablet.

Questi i 28 luoghi imperdibili di Messina, i giorni, gli orari di apertura ed il link per approfondire (http://www.leviedeitesori.com/location/messina/) :

Piazza Duomo – Venerdì, sabato dalle 10 alle 17.15. Durata: 45 minuti. Accessibile ai disabili.
Chiesa di Gesù e Maria del Buon Viaggio al Ringo – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.40. Durata: 20 minuti. Non accessibile ai disabili.
Chiesa di San Giovanni di Malta – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.15. Durata: 45 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.
Chiesa di San Tommaso il Vecchio – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30. Durata: 25 minuti. Accessibile ai disabili.
Chiesa di Sant’Elia – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30.Durata: 30 minuti. Non accessibile ai disabili.
Chiesa di Santa Maria Assunta dei Catalani – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30.Durata: 30 minuti. Non accessibile ai disabili.
Chiesa di Santa Maria della Valle, Badiazza – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.30.Durata: 45 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.
Chiesa di Santa Maria di Gesù Superiore, presunta Tomba Antonello – Venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle 18.30 Durata: 30 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.
Ex chiesa del Buon Pastore – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 18. Durata: 15 minuti. Accessibile ai disabili.
Forte Gonzaga – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30. Durata: 15minuti. Non accessibile ai disabili.
Forte Ogliastri – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.40. Durata: 20 minuti. Non accessibile ai disabili.
Forte San Salvatore e Madonnina – Sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30. Durata: 30 minuti. Accessibile ai disabili.
Galleria d’arte Moderna e Contemporanea “Lucio Barbera” – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30.Durata: 30 minuti. Non accessibile ai disabili.
Monte di Pietà – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30. Durata: 15 minuti. Accessibile ai disabili (dalla via laterale).
Museo delle Ceramiche dell’Università di Messina – Sabato e domenica dalle 10 alle 17.40. Durata: 20 minuti. Accessibile ai disabili.
Museo provinciale del ‘900 – Visite: venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.15. Durata: 45 minuti. Accessibile ai disabili.
Museo Regionale Interdisciplinare – Sabato 23 settembre dalle 10.00 alle 17.30. Durata: un’ora. Accessibile ai disabili
Parco Horcynus Orca – Venerdì dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30, sabato e domenica dalle 16 alle 19.30. Durata: 30 minuti. Accessibile ai disabili.
Parco Sociale di Forte Petrazza – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.15. Durata: 45 minuti. Non accessibile ai disabili.
Palazzo Zanca Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30. Durata: 30 minuti. Accessibile ai disabili.
Pinacoteca dell’Università di Messina – Sabato e domenica dalle 10 alle 17.30. Durata: 30 minuti. Accessibile ai disabili.
Sacrario Cristo Re e Torre Ottagona – Sabato dalle 10 alle 14 e domenica dalle 12 alle 17. Durata: un’ora. Non accessibile ai disabili.
Santuario della Madonna di Montalto – Sabato dalle 10 alle 14.40 e domenica dalle 12 alle 17.40. Durata: 20 minuti. Accessibile ai disabili.
Teatro Vittorio Emanuele II – Sabato 23 dalle 9.30 alle 14 e domenica 24 settembre dalle 9.30 alle 14. Durata: 30 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.
Vecchie carceri del Castello di Rocca Guelfonia – Sabato dalle 10 alle 14.45 e domenica dalle 12 alle 17.45. Durata: 15 minuti. Non accessibile ai disabili
Villa Cianciafara – Venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 12.20 e dalle 16 alle 18.20. Durata: 35 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.
Villa De Pasquale – Venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 dalle 10 alle 18. Durata: 30 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.
Villa Pace Sanderson e Museo Fotografico – Sabato e domenica dalle 10 alle 17.20. Durata: 35 minuti. Parzialmente accessibile ai disabili.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

*