Mostra “Mare di Sangue” di Giuseppe Massimo Di Prima al Teatro Vittorio Emanuele

Sino al 2 aprile 2019, nei saloni espositivi del Teatro Vittorio Emanuele, potrà essere visitata la mostra “Mare di Sangue” di Giuseppe Massimo Di Prima, nell’ambito del progetto “Opera al Centro” curato da Giuseppe La Motta.

Dopo le “Grida silenziose” di Giko e il “Presente Umano” di Giuseppe Raffaele, la sezione Arti Visive del Teatro Vittorio Emanuele con questa mostra chiude il ciclo di sensibilizzazione verso la tematica della migrazione.

Nell’immagine del “Mare di Sangue” annega la vita, la vita dei corpi, quel destino immanente della materia di cui è fatta l’esistenza di ogni essere vivente, il corpo vivo in cui nasce il tempo, palpita poi muore. Nel “mare di sangue” annega anche la vita delle anime, la dannazione delle coscienze dei vivi che stanno a guardare inerti, atrofizzate. Nel “mare di sangue” si ricovera anche la salvezza di quelle anime accolte dalla pietà, ultimo rifugio dell’umano e del sacro, la pietà che vive nel cuore dei vivi.

La mostra si compone di 22 lavori, ogni singolo quadro è come un breve componimento pittorico che racconta il dramma dei migranti urlato ad alta voce.
La mostra potrà essere visitata tutti i giorni, escluso il lunedì, nelle fasce orarie 10:00-13:00 / 16:00-19:00.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.