Museo Messina nel ‘900: al via la rassegna “Cinema sotto le stelle”

Il “ Museo Messina nel Novecento “ dà il  via alla rassegna “ Cinema sotto le Stelle – Film che raccontano il Novecento “ che si terrà nella splendida cornice dell’arena realizzata nel parco del Museo.

“Una selezione di classici del cinema da scoprire per la prima volta o rivivere sul grande schermo; una collezione di alcuni tra i film più amati da pubblico e critica nelle passate stagioni cinematografiche; film usciti negli ultimi anni o pellicole che hanno fatto la storia del cinema italiano e internazionale “, commenta Helga Corrao Direttrice Artistica della rassegna

Una ricca offerta di titoli che spaziano dal cinema indipendente a film recenti e pluripremiati nei festival internazionali, con uno sguardo ai giovani autori.

Serate d’autore, diverse, belle, pensate per tutti e per intenditori”.
Cinque proiezioni a partire da mercoledì 1 luglio, fino a mercoledì 29 luglio 2020.
L’inizio degli spettacoli è previsto per le ore 21.00.

La prenotazione servirà a garantire il numero dei posti previsti dalle norme governative vigenti.

Film di apertura mercoledì 1 luglio alle ore 21:00 “Quel che resta” del regista Laszlo Barbo.
Promosso dalla “Fondazione Calabria Film Commission” e realizzato in collaborazione con la società “Produzione Straordinaria” e con il sostegno di “Cinecittà Luce” e della Provincia di Reggio Calabria, il film è tratto da due racconti: “Ricordi d’un dissepolto! di Michele Calàuti e “Le baracche” di Fortunato Seminara.

La pellicola è imperniata sul terremoto del 1908 e sulle sue conseguenze umane e materiali che hanno fiaccato i sogni di una generazione di reggini in una fase storica di crescita e di sviluppo dell’intera provincia, determinando un pauroso degrado degli strati sociali più deboli.

Una storia di vinti, di umili e diseredati che vivono, nel primo dopoguerra, nelle fatiscenti baracche. La sciagura di un popolo intero di una terra tanto bella quanto amara.

Cast Artistico
GIANCARLO GIANNINI (nel ruolo dell’avvocato)
FRANCO NERO (nel ruolo del vecchio)
LUCA LIONELLO (protagonista maschile, nei ruoli: Ingegnere – Michele Calàuti – Micuccio)
FEDERICA BIANCO (protagonista femminile, nel ruolo di Cata)
ROSA PIANETA (nel ruolo di Angela)
GIACOMO BATTAGLIA (nel ruolo del “Gobbo”)
GIGI MISEFERI (nel ruolo di Gianni di Saia)
PAOLO FIORINO (nel ruolo del Barone Caporale)
GIOVANNI MARTORANA (nel ruolo del calderaio Mastro Girolamo)
SELENE ROSIELLO (nel ruolo di Clotilde Calàuti)
PAOLA CASELLA (nel ruolo della prostituta “Stilla”)
LUCIA LOFFREDO (nel ruolo di “Catena la Storpia”)
SIMONA CORIGLIANO (nel ruolo di Raffaela)
ROCCO MILITANO (nel ruolo di Nando il becchino)
CICCIO CUTRUPI (nel ruolo di “Rosso”)
ANNA MARIA DE LUCA (nel ruolo della Baronessa Caporale)
CINZIA CARREA (nel ruolo di Betta)
LOREDANA AMARI (nel ruolo dell’amica di Angela)
ENZO DE LIGUORO (nel ruolo del marito di Raffaela)
GIANNI FEDERICO (nel ruolo del padre di Cata) E tanti altri…
Regia LASZLO BARBO

Musiche SANDRO SCIALPI

Ingresso gratuito. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA CHE SERVIRÀ A GARANTIRE IL NUMERO DEI POSTI PREVISTI DALLE NORME GOVERNATIVE VIGENTI.

Per informazioni: tel. 389 7623501
email: segreteria@museomessinanel900.it

Museo Messina nel ‘900
Viale Boccetta alto, Messina (dietro liceo Archimede)
SEGUIRE SEGNALETICA DAL LICEO ARCHIMEDE.
Per chi arriva dall’autostrada USCITA – BOCCETTA

G.Mangione

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.