Naxoslegge, “GenerAzioni. La storia siamo noi”

Naxoslegge

di Giuseppe Spanò

Naxos legge“GenerAzioni. La storia siamo noi”, questo il tema che caratterizzerà la VI edizione di “Naxoslegge” che si svilupperà nel mese di settembre coinvolgendo scuole, associazioni e fondazioni.

Tanti gli appuntamenti in programma, tutti rivolti a dare rilievo all’importanza della memoria storica intesa come perpetuazione di saperi e confronto tra generazioni, che vedranno ospiti importanti autori del panorama siciliano e nazionale.

Il festival è autoprodotto e si articolerà in tre sezioni: Naxoslegge la Storia, Naxoslegge la Poesia, Naxoslegge la Legalità.

A Giardini Naxos, Messina, Mandanici, Motta Camastra, Capo d’Orlando e altri luoghi, avranno luogo numerosi eventi, confermando la propensione ad essere un happening diffuso in cui acquista notevole importanza la specificità dei luoghi prescelti.

L’inaugurazione della manifestazione, in programma oggi pomeriggio, vedrà in calendario l’incontro “Patrimoni immateriali, giacimenti della memoria, saperi”, coordinato da Valeria Brancato, che vedrà protagonisti Marinella Fiume, Natale Giordano, Vera Greco, Paolo Patanè. In questa occasione Fulvia Toscano, Carmela Maria Lipari e Giuseppe Leotta, illustreranno l’intero programma di Naxoslegge 2016.

La serata si chiuderà con il concerto del duo di arpe delle gemelle Palazzolo, proposto dal Conservatorio statale di Musica “Arcangelo Corelli” di Messina.

Il 3 settembre, al Castello di Schisò, alle 19.30, Chiara Vigo, l’ultimo maestro del bisso riceverà il premio “La tela di Penelope”, la cui realizzazione è opera della tessitrice Paola Floramo. Interverrà Marinella Fiume e coordinerà l’evento Maria Enza Giannetto.

La serata vedrà la partecipazione di tutte le associazioni partner del progetto: Altra metà, Soroptmist Club Val di Noto, Idee in movimento, Città delle donne, DonneaSud.

Domenica 4 settembre, alle ore 11.30, presso il Museo di Naxos, sarà la volta di “Storie di conchiglie e monete nel Mediterraneo antico. Sulle strade del bisso”, incontro curato da Mariangela Puglisi, cui seguirà una intervista pubblica a Chiara Vigo di Mirella Mascellino.

Il festival proseguirà con presentazioni editoriali, convegni e laboratori di scrittura e si chiuderà il 2 ottobre a Motta Camastra, con la giornata conclusiva della nuova sezione “Vox Populi”, realizzata in collaborazione con il Comune e dedicata alle tradizioni etno antropologiche.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.