Naxsoslegge inaugura il Maggio dei Libri con Ovidio

Naxoslegge inaugura il Maggio dei Libri con un progetto dedicato ad Ovidio, il grande poeta di Sulmona, di cui ricorre il bimillenario della morte. “Metamorphosis. Progetto Ovidio” è il titolo scelto da Naxoslegge che, in collaborazione con Latitudini e ActorGym, proporrà due momenti di riflessione e approfondimento sulle Metamorfosi ovidiane.

Come afferma Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge, “Progetto Ovidio si inserisce a pieno titolo nel macro tema scelto dal festival per il 2017, di fronte ai classici, con cui, come annunciato già da settembre 2016, a chiusura della precedente edizione di Naxoslegge, si intende proporre una riflessione sul perenne e necessario dialogo con i classici, in un fervido a volte sofferto colloquio tra generazioni, imprescindibile come fondamento di civiltà. Nella scuola che “dismette” la cultura classica, noi proponiamo la custodia dei classici perché sono loro a custodire noi dalla barbarie. Siamo in tantissimi nella scuola italiana a fare muro contro questa follia, la scuola rimane un luogo di resistenza, il luogo della custodia della Bellezza”.

Nella mattinata del 5 maggio a Messina, al Monte di Pietà, infatti, a partire dalle ore 9.30, saranno le scuole protagoniste di riletture dei miti scelti tra quelli narrati nelle Metamorfosi. Hanno aderito al progetto, gli Istituti  Basile, Don Bosco, La Farina e Maurolico di Messina e  il Caminiti-Trimarchi di Santa Teresa di Riva e di Giardini Naxos, questo ultimo partner storico di Naxoslegge.

Coordinati dai docenti gli alunni saranno protagonisti di percorsi creativi di lettura, analisi e riscrittura dei miti. Nel corso della mattinata, agli interventi degli studenti, si alterneranno quelli di filologi, come Peppe Ramires, di esperti di storia della musica, come Eliade Maria Grasso e di registi e drammaturghi come Tino Caspanello e Vincenzo Tripodo, a cui è affidato il compito di declinare delle letture della figura e dell’ opera di Ovidio, con particolare riferimento alla tematica delle riscritture teatrali.

Nel pomeriggio, sarà la volta di un incontro-seminario con Roberto Latini, una delle voci più significative del teatro contemporaneo in Italia, che, da anni, si misura e confronta col grande testo delle Metamorfosi di Ovidio, proponendone delle particolari riscritture. L’ incontro con Latini, su prenotazione, sarà preceduto da un intervento di Vincenza Di Vita e Gigi Spedale.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.