Palazzo Moncada, la magnificenza architettonica dei ruderi di Larderia

di Giuseppe Spano’

Palazzo Moncada domina Larderia Inferiore dalla sua posizione invidiabile che, nei secoli passati, servì all’omonima famiglia per affermare e conservare un totale controllo sul paese. Esso è legato alla storia della prestigiosa famiglia Moncada che segnò la storia di Larderia a partire dal 1690.

Il monumentale complesso fu costruito nella prima metà del Settecento e, severo e maestoso, era posto sopra il casale, in modo da poter dominare la vista di tutta l’area.

L’ingresso centrale era costituito da un portale bugnato ad arco, al di sopra del quale sorgeva lo stemma in pietra della famiglia, al centro vi era un ampio balcone, di cui oggi restano soltanto le mensole in pietra decorate da volute e foglie d’acanto e rose mentre ad affiancare il portale erano due splendidi balconi barocchi.

Al piano terra del palazzo si trovavano le carceri, mentre in fondo al corridoio d’ingresso si apriva una voragine in cui i Moncada facevano precipitare i propri nemici allo stremo delle forze per dargli l’ultimo segno della potenza di questa famiglia che, tra il 600 e l’800, costruirono parti importanti della storia siciliana e di gran parte del meridione. E proprio alcuni dei resti di questi nemici sono stati riportati alla luce da restauri del primo ventennio del Novecento.

Oggi, pur degradato dal trascorrere del tempo e dall’incuria, conserva ancora delle bellezze architettoniche che risalgono al secondo periodo seicentesco. Tutto attorno al maestoso edificio si sviluppano i giardini, luoghi che rappresentavano uno splendido eden ricco di meravigliose opere architettoniche che facevano bella mostra, inserite tra fiori, siepi ed alberi fruttiferi.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.