Richard Gere a Taormina ha presentato la sua ultima opera ‘Gli invisibili’ sulla dura realtà degli homeless

Gere

di Giuseppe Spanò

Gere 1“Da anni avevo un’idea fissa, quella di realizzare il mio miglior film raccontando le storie di vita dei senza tetto con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale verso questa tematica”.

Così si è espresso Richard Gere al Palacongressi di Taormina illustrando alla numerosa platea il suo film “Gli invisibili” e il progetto realizzato dal Ministro Poletti insieme alle associazioni impegnate nell’assistenza ai senza fissa dimora #HomelessZero.

L’attore di Filadelfia, presidente onorario del Taormina Film Fest, ha incontrato al Teatro Antico circa 300 senzatetto provenienti da Messina, Ragusa, Monreale, Mazara del Vallo, Caltagirone, Acireale, Caltanissetta, Agrigento, Piana degli Albanesi, Palermo, Catania e Siracusa.

“Il mio sogno – ha dichiarato la star americana – era di realizzare un film da esportare in tutto il mondo, di cui essere fiero e che facesse riflettere su un fenomeno sempre più diffuso. E’ necessario un impegno diffuso da parte dei leader mondiali proprio come sta avvenendo in Italia. Sono rimasto colpito dalle parole del ministro e della presidente dell’associazione che sostengono i senza tetto e che hanno manifestato le stesse mie idee. Quando Tiziana Rocca mi ha invitato nuovamente al Taormina film Fest ho immediatamente aderito alla sua proposta e ho espresso il desiderio di portare il mio film per esaltare i contenuti di questo prodotto cinematografico al quale ho dedicato 12 anni, una pellicola che possa sostenere la causa dei senza tetto nel mondo”.

Il ministro Poletti ha annunciato un progetto da 100 milioni di euro per i senza tetto, un passo decisivo per il loro reinserimento nella società e per dare loro una casa. L’Italia, pertanto, si propone come battistrada di questa nuova visione dell’inclusione sociale dei soggetti svantaggiati.

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.