San Marco d’Alunzio e la cripta della famiglia Greco

di Giuseppe Spanò

san-marco-dalunzio-me-cripta-della-famiglia-grecoA San Marco d’Alunzio, nella chiesa di Santa Maria dell’Aracoeli, sotto la cappella dedicata all’arcangelo Michele, si trova una piccola cripta familiare realizzata dalla famiglia Greco con otto nicchie, sei delle quali presentano un sedile con foro centrale, collegate ad una canalizzazione di scolo, per la colatura dei cadaveri.

Sulla parete opposta è allocata una vasca adibita ad ossario in cui erano ammassati i resti scheletrici degli individui dopo la prima fase della mummificazione.

Sulle nicchie si trovano due cornicioni per la posa dei crani mentre una finestra, posta in fondo e al di sopra dell’ossario, rappresenta l’unica fonte di illuminazione dell’ambiente.
Uno scheletro è stato sistemato in posizione seduta, con indosso una veste in tessuto grezzo, dentro una nicchia-colatoio, tre corpi sono adagiati in casse lignee appoggiate su un muretto posto all’interno della stanza mentre sul pavimento si trova lo scheletro di un bimbo, posto in una piccola cassa; infine, un corpo è adagiato sul coperchio di una cassa.

mummie-san-marco-dalunzioDalle valutazioni scientifiche è risultato trattarsi di due individui di sesso maschile, uno di sesso femminile, uno di sesso indeterminato ed un bambino di sesso indeterminabile.

Interessante l’esame dei vestiti che si presentano in ottimo stato di conservazione: un cadavere maschile indossa una giacca con maniche lunghe, un fiocco rosso al collo, guanti, brandelli di pantaloni e un cappello a cilindro di feltro nero.

Un individuo di sesso femminile indossa un ricco vestito colorato, il corpetto è a pois bianchi con pences, una gonna lunga, una sottana, guanti marroni decorati con ricami, orecchini a cerchio con perline, calze e scarpe di colore chiaro ed uno scialle azzurro con frange.

Due mummie presentano un vestiario meno ricercato e realizzato con tessuto di canapa e di cotone; la prima appartiene ad un uomo e presenta il capo e le spalle coperte da un cappuccio religioso.
Nelle due pareti maggiori e sopra l’ingresso è sistemata una cornice che sostiene nove crani.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.