Siccità, aziende agricole e zootecniche dei Nebrodi in grave difficoltà

di Giuseppe Spanò

Settore agricolo e zootecnico in crisi per la perdurante siccità che sta mettendo in ginocchio le aziende di una parte del territorio messinese. Nei giorni scorsi allevatori, agricoltori e sindaci di 22 Comuni dei Nebrodi e dell’ennese si sono riuniti a Regalbuto per analizzare la grave situazione causata dalla lunga assenza di precipitazioni ed hanno sottoscritto un documento in cui è stato chiesto un incontro urgente al presidente della Regione e agli assessori all’Agricoltura e alla Sanità.

A firmare l’istanza sono stati i primi cittadini di Regalbuto, Randazzo, Maniace, Cesarò, San Teodoro, San Fratello, Acquedolci, Caronia, Mistretta, Nicosia, Sperlinga, Capizzi, Cerami, Troina, Gagliano Castelferrato, Villarosa, Centuripe, Catenanuova, Floresta, Castell’Umberto, Tusa, Alcara li Fusi.

“È sotto gli occhi di tutti – si legge nella dichiarazione – che il comparto agricolo sta attraversando un periodo di grosse difficoltà a causa di molteplici circostanze negative, alcune di carattere burocratico che perdurano ormai da diversi anni e altre dettate dagli eventi climatici, come la siccità. L’assenza di precipitazioni, ormai dalla primavera scorsa, ha costretto le aziende agricole ad affrontare costi di gestione straordinari ed eccessivi”.

Le preoccupazioni maggiori provengono dal comparto zootecnico a causa dell’esaurimento delle scorte di foraggi e di acqua per l’abbeveraggio necessario per gli animali.

I sindaci hanno anche programmato un piano di iniziative finalizzate ad interventi urgenti per contrastare gli effetti della siccità ed hanno richiesto l’avvio di un tavolo tecnico sulle problematiche di carattere sanitario ed amministrativo e la velocizzazione delle procedure per l’assegnazione dei lotti pascolivi demaniali, un’azione concreta che permetta di ottimizzare la pulizia di tali terreni boscati e nudi con la pratica del pascolo nelle varie stagioni, riducendo notevolmente il rischio del propagarsi di incendi nel periodo estivo.

L’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera si è dichiarato disponibile da un immediato confronto con i sindaci sottoscrittori del documento ed un incontro è già stato programmato per lunedì 29 gennaio.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.