22 giugno 1633: “E pur si muove!”

Galileo Galilei, reo di sostenere la teoria della centralità del sole, viene processato e costretto all’abiura delle sue concezioni astronomiche. Sospettato di eresia e accusato di voler sovvertire la filosofia naturale aristotelica e le Sacre Scritture, Galilei nega davanti all’inquisizione di aver mai sostenuto l’opinione di Copernico. (tratto da https://www.teleborsa.it/)